Madre di Dio

 

N. 8/9 agosto-settembre 2006

Un "cantiere sempre aperto"

La "Madonna dell’estate", donna del riposo e del silenzio

Amici lettori

Una Madre in lacrime accompagna la Chiesa
  
Stefano De Fiores

Cuore di madre
  
Giuseppe Daminelli

La recita del Rosario
    
Bruno Simonetto

La Dormizione della Beata Vergine
    
George Gharib

Domenico, il Santo del Rosario
    
Bianca Maria Veneziani

Storia dell’"Angelus" - 19
  
 Simone Moreno

Fatti e persone
    
a cura di Piero Roma

Maria, "roveto ardente"
  
Alberto Rum

Morte e trasfigurazione della Vergine-Madre
    Simone Moreno

 Le donne delle lampade accese
    
Maria Di Lorenzo

In Libreria

Il Magnificat di Don Alberione - 19
  
Bruno Simonetto

Santuari mariani d'Europa

 

Madre di Dio n. 8/9 agosto-settembre 2006 - Copertina

Editoriale

   

La "Madonna dell’estate", donna del riposo e del silenzio
   

Lo ricordavamo già nel numero del Luglio scorso: tornano, attesi e puntuali, i mesi dell’Estate che si prestano per ritrovare - nel periodo delle ferie - spazi di riposo ma anche di recupero di interiorità, in località particolarmente indicate per il raccoglimento e la riflessione.

Perché con l’Estate si ha l’opportunità di riscoprire, nelle vacanze ai monti o al mare, la preziosità di tanti Santuari, luoghi di fede, di cultura e di spiritualità. Il Santuario "armoniosa sintesi di natura e di grazia, di pietà e di arte – come annota il "Direttorio su pietà popolare e liturgia" – può davvero proporsi come espressione della via pulchritudinis per la contemplazione della bellezza di Dio, del mistero della Tota pulchra, della meravigliosa vicenda dei Santi" [cfr. ibid., p. 233].

Santuario di "Notre Dame de la Guérison" nei pressi di Coumayeur, in Valle d'Aosta.
Santuario di "Notre Dame de la Guérison" nei pressi di Coumayeur, in Valle d’Aosta.

E, legato la Santuario, c’è il tema del ‘pellegrinaggio’ e della ‘spiritualità del pellegrinaggio’, con la sua dimensione di festa: altro invito a trovare sollievo per la rottura della monotonia quotidiana, nella prospettiva di momenti diversi e di fraternità.

Temi significativamente riassunti nell’espressione: "La Madonna dell’estate: donna del riposo e del silenzio", proprio perché l’estate è segnata dalla festa mariana ferragostana dell’Assunta, venerata e celebrata in tantissimi luoghi di villeggiatura.

Alla festa dell’Assunta riserviamo gli articoli "La Dormizione della Beata Vergine" di p. George Gharib [cfr. pp. 11-13] e "Morte e trasfigurazione della Vergine-Madre" di Simone Moreno [cfr. pp. 20-22]: dalla spiritualità mariana della Liturgia della Chiesa Orientale alle suggestioni di tradizioni apocrife, cercando di immaginare qualcosa del mistero della fine terrena di Maria e della sua glorificazione in Cielo. Con l’augurio che la Vergine del silenzio e della pace celeste ci ottenga giorni di benedizione, di riposo dalle fatiche e di recupero di interiorità.

La Direzione