Madre di Dio

 

N. 8/9 agosto-settembre 2006

Un "cantiere sempre aperto"

La "Madonna dell’estate", donna del riposo e del silenzio

Amici lettori

Una Madre in lacrime accompagna la Chiesa
  
Stefano De Fiores

Cuore di madre
  
Giuseppe Daminelli

La recita del Rosario
    
Bruno Simonetto

La Dormizione della Beata Vergine
    
George Gharib

Domenico, il Santo del Rosario
    
Bianca Maria Veneziani

Storia dell’"Angelus" - 19
  
 Simone Moreno

Fatti e persone
    
a cura di Piero Roma

Maria, "roveto ardente"
  
Alberto Rum

Morte e trasfigurazione della Vergine-Madre
    Simone Moreno

 Le donne delle lampade accese
    
Maria Di Lorenzo

In Libreria

Il Magnificat di Don Alberione - 19
  
Bruno Simonetto

Santuari mariani d'Europa

 

Madre di Dio n. 8/9 agosto-settembre 2006 - Copertina

Il Santuario "Regina degli Apostoli" e "Madre di Dio"  

di BRUNO SIMONETTO

Un "cantiere sempre aperto"

Il "cantiere sempre aperto" della progettazione spirituale-apostolica di ispirazione mariano-alberioniana, in riferimento al Santuario "Regina degli Apostoli" e alla rivista "Madre di Dio".
  

I nsistiamo ancora sull’unitarietà del progetto spirituale-apostolico che Don Alberione ha inteso attuare, facendo contestualmente leva sulle due "realtà istituzionali" del Santuario "Regina degli Apostoli" in Roma e della rivista "Madre di Dio", al fine di documentare sempre meglio come quest’ultima - nel pensiero del Fondatore - dovesse essere funzionale alla missione di diffondere nel mondo la devozione a Maria, "Regina degli Apostoli", venerata nel nostro Santuario.

Lo ribadiamo mentre ci prepariamo a celebrare, nel 2007, i 75 anni di storia della rivista [dopo avere ricordato nel 2004 i 50 anni di vita del Santuario], rivivendo eventi carismatici "provati" dall’evidenza; anche se tanto evidenti non sembrano, visto che il collegamento Santuario "Regina degli Apostoli" / mensile "Madre di Dio" attende ancora la sua realizzazione.

Per il 75° di fondazione della rivista "Madre di Dio"

Ci prepariamo, dunque, a celebrare l’anno prossimo il 75° di fondazione di "Madre di Dio" [1932 – 2007]; e intanto continuiamo ad interrogarci su quali siano le iniziative più opportune per dare un segno concreto della serietà dei nostri convincimenti sulla funzione della rivista voluta da Don Alberione - giova ripeterlo - come "organo e araldo del Santuario Regina Apostolorum".

Chi firma queste "note" ribadisce, anzitutto, la necessità di fare un passo in avanti nell’ambito della proposta di costituzione dell’ Associazione Devoti della ‘Regina degli Apostoli’ [ADRA], consentendo alla rivista "Madre di Dio" di esercitare la sua funzione di organo dell’Associazione, recuperando così uno ‘spazio promozionale’ per la stessa e ribadendo il fatto che essa deve continuare ad essere la "voce" della "Regina degli Apostoli", come il Beato Don Alberione ha sempre inteso fosse.

Ripubblichiamo il seguito [artt. 4.- 9] del relativo "Statuto", già preparato da tempo, augurandoci che venga approvato dalla competente Autorità ecclesiastica [con le modifiche che essa riterrà necessario apportare].

T. Licini, Studio per il quadro della "Regina degli Apostoli".
T. Licini, Studio per il quadro della "Regina degli Apostoli".
  

REGOLAMENTO – STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE DI DEVOTI
DELLA "REGINA DEGLI APOSTOLI"

Art. 4 – Impegno personale degli Associati

4.1 - I membri dell'Associazione devono, anzitutto, coltivare una solida formazione integrale e permanente (cfr. Nota CEI Le aggregazioni laicali nella Chiesa, nn. 37-43), in riferimento alla loro

  • formazione umana
  • formazione spirituale
  • formazione dottrinale
  • formazione culturale.

4.2 - "Anima di tutta la formazione è senza dubbio quella spirituale" (cfr. ibid., n. 39), sempre ricordata dal Magistero ecclesiastico.

Il testo-base al quale richiamarsi è dell'Esortazione Christifideles laici che raccomanda di mirare specificamente ad una autentica spiritualità laicale.

Infatti, "la vocazione dei fedeli laici alla santità comporta che la vita secondo lo Spirito si esprima in modo peculiare nel loro inserimento nelle realtà temporali e nella loro partecipazione alle attività terrene". Il mondo è "l'ambito e il mezzo della vocazione cristiana dei fedeli laici", della loro novità di vita, della loro collocazione nell'atto creativo e redentivo di Dio (cfr. Christifideles laici, nn. 15 e 17).

4.3 - Richiamandosi alla spiritualità della "Famiglia Paolina", secondo il carisma fondazionale del Beato G. Alberione, ogni membro dell'Associazione laicale ADRA, ad essa aggregata, deve coltivare tale spiritualità, valorizzando anzitutto l'incontro con la Parola di Dio (lectio divina), particolarmente in "momenti forti dello Spirito" (Incontri, Giornate di spiritualità, Ritiri ed Esercizi spirituali), da programmare durante l'anno nei propri ambiti di vita ecclesiale, soprattutto nei tempi dell'Avvento e della Quaresima.

I membri dell'Associazione laicale aggregata ricordino peraltro che le forme più preziose di collaborazione sono

  • la preghiera [specie la recita quotidiana del Santo Rosario]
  • e la promozione vocazionale per tutta la Chiesa e per la Famiglia Paolina in specie.

4.4 - Fondata su una solida formazione spirituale, l’adesione personale all’Associazione comporta i seguenti impegni concreti:

a] - L’Abbonamento annuale e la promozione della rivista "Madre di Dio", organo del Santuario "Regina degli Apostoli" e dell’Associazione stessa;

b] - Un Pellegrinaggio, possibilmente annuale, al Santuario "Regina degli Apostoli" in Roma, od a qualche altro Santuario mariano in Italia o all’Estero;

c] - La partecipazione spirituale alla celebrazione delle festività mariane paoline ["B. V. Maria Regina degli Apostoli", il Sabato dopo l’Ascensione, e l’Anniversario della Dedicazione del Santuario-Basilica Minore "Regina degli Apsotoli" in Roma, il 29 Novembre].

Art. 5 – Partecipazione ai beni spirituali

Ai membri dell'Associazione laicale ADRA, aggregati a tale titolo all'opera della "Famiglia Paolina", sono riservati grandi vantaggi spirituali: la partecipazione al merito per il bene da questa compiuto in tutto il mondo e l'assicurazione del ricordo nella preghiera, 'in vita e in morte', che i membri della Famiglia Paolina stessa e, reciprocamente, gli Associati si impegnano a garantire ogni giorno.

Di particolare grazia i membri dell’Associazione, iscrivendosi, beneficiano con la partecipazione all’Opera delle Sante Messe Perpetue che nella Società Sa Paolo si celebrano ogni anno in num. di 2400, ‘pro vivis et pro defunctis’.
  

2.Struttura dell’Associazione

Art. 6 – Organizzazione

L'Associazione di Maria "Regina degli Apostoli" [= ADRA] ha il suo riferimento istituzionale ed operativo negli ordinamenti e nelle attività previste nel presente Regolamento – Statuto.

A norma del Can. 301, § 1 e 2 del CJC, spetta all’Autorità ecclesiastica competente [su richiesta del Superiore generale della Società San Paolo] erigere l’Associazione Primaria del Santuario "Regina degli Apostoli" in Roma e [su richiesta del rispettivo Superiore Maggiore della Società San Paolo di Circoscrizione] altre eventuali Sedi secondarie della stessa, in Italia o all’Estero.

Art. 7Aggregazione

Avvenuta l’erezione canonica dell’Associazione, va presentata al Rettore del Santuario "Regina degli Apostoli" la richiesta di Aggregazione al Santuario stesso – e, tramite questo, alla Famiglia Paolina – per condividerne l’impegno di vivere e promuovere la spiritualità mariano-alberioniana.

Art. 8 – Partecipazione personale

Tutti i Cristiani cattolici che abbiano compiuto il 18° anno di età possono chiedere di appartenere all’Associazione.

L’adesione comporta, da parte dei Soci, l’impegno di attuare quanto è prescritto dall’art. 4 del presente "Regolamento – Statuto" e la partecipazione regolare agli Incontri che verranno programmati, in spirito di appartenenza e di solidarietà.

L’ammissione del Candidato all’Associazione, preceduta da un conveniente tempo di preparazione, è approvata dal Presidente con il suo Consiglio [di cui al successivo art.10].

Al nuovo Associato vengono consegnati copia del "Regolamento – Statuto", un Attestato e un Distintivo di appartenenza.

Art. 9 – Momenti forti dell’Associazione

Per incrementare la comunione, favorire la formazione permanente e lo scambio di esperienze e di proposte fra i Soci, l’Associazione propone [oltre a quanto richiesto nei singoli paragrafi dell’ Art. 4]:

  • Incontri mensili di formazione mariano-mariologica e di preghiera, aperti anche ai membri della Famiglia Paolina e a quanti desiderano partecipare;
  • una Giornata mariana annuale [in concomitanza con la festa di "Maria Regina degli Apostoli", il Sabato dopo l’Ascensione];
  • l’organizzazione di Corsi di Esercizi Spirituali per gli Associati;
  • l’organizzazione di Pellegrinaggi ai principali Santuari mariani d’Italia e d’Europa.

Bruno Simonetto
[2 - continua nel prossimo numero]