Periodici San Paolo - Home Page
Le differenze tra basilica,
duomo e cattedrale

              
   Il Giornalino n. 37 del 19-9-99 - Home Page Caro Zio Giò, io e mia cugina discutiamo sempre sul significato di cattedrale, basilica e duomo: aiutaci tu.

Enrico Ravasio - Villa d’Adda (Bergamo)

Certo che vi avventurate in discorsi impegnativi, voi due! Cercherò di darvi una mano in questa sottile distinzione.

Partiamo con la basilica: letteralmente significa "casa del re", cioè del Signore, perché deriva dal greco basileus, che equivale al re, e oikos, casa. Quindi in teoria ogni chiesa potrebbe essere considerata basilica, senonché la Chiesa (quella con la C maiuscola, stavolta) stabilisce quali edifici possano fregiarsi anche dell’appellativo di basilica, e questo in base alla loro importanza e al loro valore artistico.

Il duomo di Milano è anche una cattedrale, dato che è la sede del vescovo della città.
Il duomo di Milano è anche una cattedrale, dato che è la sede del vescovo della città.

La parola "duomo" deriva invece dal latino domus, ma significa ugualmente casa (di Dio); generalmente si chiama duomo la chiesa più importante della città. Se il duomo si trova in una città vescovile, cioè è la sede di un vescovo, allora si chiama anche cattedrale e diventa la chiesa più importante della diocesi: è chiamata cattedrale perché lì il vescovo ha la sua cattedra, cioè il trono. Va meglio ora?
   

   Il Giornalino n. 37 del 19-9-99 - Home Page