Giornalino - Home Page
 

Le sette antiche meraviglie del mondo

              

Giornalino n. 25 del 18 giugno 1997 - Home Page Caro Zio Giò, ti scrivo per sapere quali sono le sette meraviglie del mondo, quali non ci sono più e perché.

Marco Pantano
Palermo

Alice Davoli
Massenzatico (Reggio Emilia)

Erano sette costruzioni che nell’antichità suscitavano l’ammirazione per la loro bellezza e per la loro grandiosità. Il primo a parlare e a fare l’elenco di questi monumenti fu Antipatro di Sidone nel secondo secolo prima di Cristo. Vediamo quali sono: la Grande Piramide d’Egitto, il Faro d’Alessandria, il Mausoleo di Alicarnasso, il Tempio di Diana a Efeso, la Statua di Giove a Olimpia, i Giardini pensili di Babilonia, il Colosso di Rodi.

Un'illustrazione del Colosso di Rodi Piramidi e Sfinge nella zona archeologica del Cairo
Piramidi e Sfinge nella zona archeologica del Cairo, in Egitto .

A sinistra: un'illustrazione del Colosso di Rodi.

L’unica delle "sette meraviglie" giunta sino ai nostri giorni è la Grande Piramide, la piramide del faraone Cheope, che si innalza sulla piana sabbiosa di Giza, vicino al Cairo, e che fu costruita più di 4.500 anni fa.

Il Faro di Alessandria, il più grande conosciuto nell’antichità, si innalzava su un’isoletta di fronte ad Alessandria d’Egitto. Costruito nel 285 a.C., fu distrutto da un terremoto nel 1375.

Il Mausoleo di Alicarnasso era una tomba monumentale fatta costruire dalla regina della Caria, Artemisia, in onore del marito, il satrapo persiano Mausolo, nella città dell’Asia Minore che oggi si chiama Bodrum. Nel XV secolo la costruzione venne demolita e ne fu ricavato materiale per altre opere.

Il Tempio di Diana sorgeva a Efeso, in Asia Minore. Fu edificato nel 356 a.C. Gli scavi ne hanno portato alla luce numerosi frammenti.

La Statua di Giove, gigantesca, era costruita in oro e avorio. Rimane solo una descrizione fatta dallo storico greco Pausania. Il dio era raffigurato seduto su un trono.

Dei Giardini pensili di Babilonia restano minimi avanzi. Erano a forma di tempiotorre, fatti costruire da Nabucodonosor.

Il Colosso di Rodi era una gigantesca statua in bronzo dedicata al dio Sole. Costruita nel 290 a.C., fu distrutta da un terremoto che devastò l’intera isola di Rodi nel 224 a.C.

   Segue: Agatha Christie: scrittrice di gialli
  

   Giornalino - Home Page
Periodici San Paolo - Home Page
  Giornalino n. 25 del 18 giugno 1997 - Home Page