Sommario.
Disegna e colora
Pasqualo Puzzle
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sport domande e risposte.
 
 
Le medaglie di GHEDINA

So che Kristian Ghedina non è riuscito a vincere nulla ai recenti Mondiali di sci in Valtellina. Ma nella sua carriera ha conquistato qualche medaglia?
Giorgio L.

Kristian Ghedina, l’estroso discesista azzurro di Cortina d’Ampezzo che ha compiuto 35 anni lo scorso 20 novembre, ha preso parte a otto edizioni dei Mondiali di sci alpino, vincendo in totale tre medaglie: l’argento in combinata nel 1991 a Saalbach, l’argento in discesa nel 1996 a Sierra Nevada, il bronzo in discesa nel 1997 a Sestriere. 

Kristian Ghedina - foto AP.

In Coppa del Mondo, in cui è presente dal 1989, ha invece vinto 13 gare: 12 in discesa libera e 1 in superG.
 

 
Gli anni di MASCHERANO

Vorrei sapere quanti anni ha Mascherano, il calciatore argentino che dovrebbe giocare in Italia
Viviana G.

Javier Alejandro Mascherano non ha ancora 21 anni, essendo nato a San Lorenzo, in Argentina, l’8 giugno 1984. Attualmente gioca come centrocampista centrale nel River Plate, ma è nelle mire di molte squadre italiane ed europee, fra cui Juventus, Inter e Real Madrid. 

Javer Mascherano, il primo a sinistra - foto Olympia.

Per ora è difficile dire dove finirà. In ogni caso le società italiane possono avere un vantaggio in più a tesserarlo perché Mascherano ha anche il passaporto italiano (a quanto pare, i suoi bisnonni erano emigrati in Argentina dalla Sicilia).
 

 
Il primo Mondiale di Formula 1

Da quanto tempo si disputa il campionato mondiale di F1? E chi ha vinto la prima edizione?
Fabio e Alberto

Il campionato mondiale di Formula 1 è nato nel 1950. La prima edizione, articolata in sei Gran Premi europei più la 500 Miglia di Indianapolis, è dominata dalle Alfa Romeo di Farina, Fangio e Fagioli, con il "disturbo" occasionale della Ferrari guidata da Alberto Ascari. Alla fine il titolo iridato va all’italiano Giuseppe Farina, che precede in classifica l’argentino Juan Manuel Fangio. Da allora il Mondiale di Formula 1 si è disputato regolarmente tutti gli anni. Oltre al titolo mondiale piloti, a partire dal 1958 viene assegnata anche la Coppa Costruttori (che dal 1982 diventa Mondiale Costruttori). E sapete qual è l’unica macchina che ha preso parte a tutte le edizioni del Mondiale? La Ferrari.
 

 
"ROMBO DI TUONO" nella leggenda

Lo chiamavano "Rombo di Tuono" per la forza fisica e per la potenza esplosiva del tiro. È stato probabilmente il più forte attaccante italiano degli ultimi cinquant’anni. Nato il 7 novembre 1944 a Leggiuno, provincia di Varese, Luigi (detto Gigi) Riva è cresciuto calcisticamente nel Legnano, ma nel 1963, a meno di 19 anni, è passato al Cagliari e da lì non si è più mosso. Con la maglia rossoblù della squadra sarda ha disputato un campionato di Serie B (26 partite e 8 gol), ottenendo subito la promozione, e 12 campionati di Serie A (in totale 289 partite e 156 gol), laureandosi tre volte capocannoniere del torneo (nel 1967 con 18 gol, nel 1969 con 20 gol e nel 1970 con 21 gol) e riuscendo persino nell’impresa di portare lo scudetto in Sardegna (nel 1970).

Gigi Riva con la maglia azzurra e il grande Pelè - foto Olympia.

Anche in Nazionale ha segnato un’epoca, contribuendo alla conquista dell’unico titolo europeo vinto dagli azzurri (nel 1968) e al 2° posto ottenuto al Mondiale di Messico 1970, dietro al Brasile di Pelè. Sono state 42 le sue presenze in Nazionale, impreziosite da ben 35 gol, che fanno di lui il miglior cannoniere azzurro di tutti i tempi.
Lo scorso 9 febbraio, in occasione dell’amichevole Italia-Russia a Cagliari, il Comune gli ha conferito la cittadinanza onoraria e la società rossoblù ha ritirato la maglia numero 11, quella che dal 1963 al 1976 Gigi Riva aveva reso famosa con le sue gesta e i suoi gol.

Ellen McArthur - foto Olympia.

 
ELLEN McARTHUR
, 28 anni, navigatrice inglese, subito dopo aver concluso con successo il suo giro del mondo in solitaria, con il tempo record di 71 giorni, 14 ore, 18 minuti e 33 secondi, ha dichiarato: «È bello tornare a casa e riabbracciare mamma e papà. Le regate e i record non significano nulla se non hai qualcuno con cui dividerli. In questi giorni io ho vissuto per la barca e la barca per me. L’ho abbracciata, l’ho maledetta, l’ho ringraziata. Abbiamo parlato e pregato insieme guardando il cielo».

Elena Fanchini - foto AP


ELENA FANCHINI, sciatrice azzurra, 19 anni, dopo aver conquistato la medaglia d’argento nella discesa libera dei Mondiali in Valtellina: «Dedico questo successo a Marco Pantani, il campione di ciclismo morto un anno fa. È stato il mio idolo e porto con me la sua foto. Non l’ho mai conosciuto, ma l’ho visto in azione nel 1998, quando il Giro arrivò a Monte Campione e Pantani vinse l’ultima tappa di montagna dopo uno straordinario duello con Tonkov. Avevo solo 13 anni, non l’ho più dimenticato».

Caro Zio Giò
Caro Zio Giò - Perché
Qui parliamo noi
Chiedilo a Billa
Inviato speciale
Raffa per te
Spettacolo
Sport
Sport, domande e risposte
Giochi
Fumetti
All'oratorio
English Break



Giromondo 



Notizie di attualità con una particolare attenzione 
alle mille sfide di Cartoomics

   

  
Pasqualo Puzzle

Abbonati on line!
 
Il Giornalino n. 11 del 13-3-2005
©2003 Copyrights - Periodici San Paolo s.r.l.