Sommario.
Disegna e colora
Pasqualo Puzzle

 

Conoscere insieme.
   
  


LINO LANDOLFI, L’ESTROSO "PAPÀ"
DI PICCOLO DENTE

Nato a Roma il 6 aprile 1925, Lino Landolfi diventa prima cantore della Cappella Sistina, poi Guardia Palatina d’onore in Vaticano e finalmente autore di fumetti. In realtà, dopo aver seguito corsi di pittura, scultura e scenografia, esordisce giovanissimo come disegnatore, e proprio sulle pagine del Giornalino.

Una tavola di Piccolo Dente del 1986.

Quindi, nel 1947, inizia la sua collaborazione col Vittorioso, per il quale crea nel 1951 Procopio, un personaggio che diventa popolarissimo e vince nel 1958 il concorso radiofonico "Un amico che vale un tesoro". Di questa serie Landolfi scrive e disegna, fino al 1968, ben 56 storie per un totale di circa 900 tavole. Nel frattempo dà vita ad altri personaggi (come La famiglia Bertolini per il Messaggero dei Ragazzi), pubblica quattro libri (tra cui Maturità 44) e realizza la riduzione a fumetti di alcuni classici della letteratura, come Tartarino di Tarascona, Un americano alla corte di Re Artù, Bertoldo e infine Don Chisciotte.
Ormai autore affermato, estroso e meticoloso insieme, nel 1970 Lino Landolfi riprende la sua collaborazione col Giornalino disegnando la serie Il colonnello Caster’Bum (successivamente incentrata sul personaggio di Piccolo Dente), che porterà avanti ininterrottamente sino ai suoi ultimi giorni di vita.
Ma intanto, sempre per il Giornalino, realizza altri lavori impegnativi, in particolare la versione a fumetti di due classici: I viaggi di Gulliver e I racconti di Padre Brown. Muore a Roma l’11 febbraio 1988.

Lino Landolfi al tavolo di lavoro con la statuetta di Yellow Kid, il prestigioso premio assegnatogli come miglior disegnatore italiano nel 1973, in occasione del 9° Salone internazionale dei Comics a Lucca.


Altri celebri personaggi creati dalla fantasia
di Landolfi



Oltre che ai protagonisti della serie di Piccolo Dente, Lino Landolfi ha dato vita a molti altri personaggi memorabili, primo fra tutti Procopio, presente per diciotto anni sulle pagine del Vittorioso, ma apparso in due avventure anche sul Giornalino, nel 1974 e nel 1985.

Padre Brown, il prete detective. Nel 1981-82 sul Giornalino sono apparse 12 storie disegnate da Landolfi su sceneggiature di Renata Gelardini, tratte dall’opera dello scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton.

Un altro scrittore britannico ha ispirato la fantasia di Landolfi: è Jonathan Swift con I viaggi di Gulliver. La versione a fumetti, realizzata sempre su sceneggiatura di Renata Gelardini, è stata pubblicata dal Giornalino in otto puntate tra la fine del 1976 e l’inizio del 1977.


La prima serie umoristica di Claudio Nizzi

Le sceneggiature della serie Il colonnello Caster’Bum, diventata poi Piccolo Dente, sono opera di Claudio Nizzi, un altro grande del fumetto italiano. Nato nel 1938 a Setif (Algeria) e residente a Modena, Nizzi lavora attualmente per Bonelli Editore.
Per il Giornalino ha ideato molti personaggi avventurosi e polizieschi, tra cui Larry Yuma, Steve Damon, Capitan Erik, Tenente Marlo, Rosco e Sonny. Ma quella affidata nel 1970 a Landolfi è la sua prima serie umoristica. Sempre per il Giornalino ha scritto la riduzione a fumetti di moltissimi classici, tra cui L’isola misteriosa, I promessi sposi, Le avventure di Ulisse, I miserabili, Piccole donne...

Caro Zio Giò
Qui parliamo noi
Chiedilo a Billa
Raffa per te
Spettacolo
Sport
Giochi
Fumetti
All'oratorio
English Break
Come si fa


 
Scelti per voi 



Una corona per Mia
Il grande libro dei Diritti
dei Bambini
Il grande sogno di Ali d'Oro
In Lombardia con Valentina
Nel Lazio con Valentina
Viaggio nella storia d'Italia con Valentina


Ecard.


Abbonati on line!
 
Il Giornalino n. 01 del 2-1-2005
©2003 Copyrights - Periodici San Paolo s.r.l.