Periodici San Paolo - Home Page Zecchino d'Oro.
Al testo di Edoardo Bennato la G d’oro del "Giornalino"

              
   Il Giornalino n. 47 del 24-11-2002 - Home Page


Lo stelliere è la canzone che si è aggiudicata quest’anno la targa "G d’Oro" intitolata a "Sorella Letizia". Ancora una volta il Giornalino vuole così premiare il testo che meglio di altri esprime la gioia di vivere, la vivacità, la spensieratezza tipica dei bambini. Il lavoro della giuria anche quest’anno non è stato facile: i testi delle canzoni sono tutti belli, freschi, divertenti e adatti ai più giovani. La redazione ha scelto però Lo stelliere, brano poetico che presenta un curioso personaggio che vive in una zona imprecisata del cielo, "dall’altra parte della Luna". È lui che accende le stelle per far avverare i sogni e i desideri, perché – assicura lo stelliere – per ogni stella che brilla un sogno si avvera. E allora lui corre su e giù per il cielo, sottoponendosi a un grande lavoro, per accendere tutti gli astri e fare in modo che tutti i bambini del mondo siano felici e i loro sogni realizzati.

Edoardo Bennato.
La targa "G d’oro", che quest’anno il Giornalino ha assegnato
al testo della canzone
Lo stelliere di cui è autore anche Edoardo Bennato.

Oltre a Gino Magurno e Ornella Della Libera, autore del testo è il cantautore napoletano Edoardo Bennato, che tanto bene conosce il mondo dei bambini, delle favole e delle stelle. Tra i suoi tanti successi, infatti, Bennato ha scritto anche bellissime canzoni sulla favola di Pinocchio (nell’album Burattino senza fili, che contiene tra le altre Il Gatto e la Volpe, La Fata, Mangiafuoco) e su Peter Pan (con Capitan Uncino). Ma, guarda caso, il suo grandissimo successo è il cd del 2001 Afferrare una stella, recentemente vicitore del disco di platino.

La copertina del cd "Afferrare una stella".

L’interprete della canzone Lo stelliere è Gabriele Carlini, 8 anni, arrivato a Bologna dall’Umbria, ed esattamente da Collevalenza di Todi, in provincia di Perugia.

Tabella: I numeri dello Zecchino d'Oro.

IN MOLISE E CAMBOGIA I FIORI DELLA SOLIDARIETÀ

Dal 1991 lo Zecchino d’Oro è anche il promotore del "Fiore della solidarietà", un’iniziativa che raccoglie contributi a favore dei bambini poveri di tutto il mondo. Dal 1991 a oggi, grazie all’intervento di tutti, sono stati raccolti 10 milioni di euro. Quest’anno però i Fiori saranno due. UnoIl simbolo del "Fiore della solidarietà". sboccerà in Molise, nelle zone duramente colpite dal terremoto alla fine di ottobre. L’altro Fiore spunterà invece in Cambogia, dove l’Antoniano ha intenzione di costruire quattro scuole nella zona di Poipet e in particolare nei villaggi di Trachea Thoam, O’Russey e O’Neang. Ogni scuola verrà realizzata in muratura, sarà composta da 5 aule, dotata di bagni e acqua potabile, e potrà ospitare in media circa 900 ragazzi, che si alterneranno secondo un ciclo di due turni.

Partner in questa iniziativa è l’Unicef, che da circa un anno ha già avviato nel Paese asiatico una serie di azioni a favore dei bambini. Chi volesse contribuire, lo può fare versando i contributi sul Conto corrente postale n. 16841405 intestato a: Antoniano, Opere Caritative Antoniane, Via Guinizelli 3, 40125 Bologna; oppure sul Conto corrente bancario n. 650622 (ABI: 5387; CAB: 02400), Banca Popolare dell’Emilia Romagna, sede di Bologna.

 

   Il Giornalino n. 47 del 24-11-2002 - Home Page