Periodici San Paolo - Home Page
La vera storia di Jack e Rose,
gli innamorati del
Titanic

              
   Il Giornalino n. 21 del 27-5-2001 - Home Page Caro Zio Giò, le mie amiche sono convinte che Jack e Rose del film Titanic siano esistiti veramente, io invece credo di no. Secondo te, chi ha ragione?

Sofia Schuen - La Valle (Bolzano)

Le tue amiche hanno abbastanza ragione e tu non hai del tutto torto. Infatti, sembra che a bordo del Titanic due innamorati come i protagonisti del film di James Cameron siano realmente esistiti, anche se la loro storia fu a lieto fine. Il giovane artista di terza classe Jack Dawson (Leonardo Di Caprio) sarebbe stato un italiano, l’allora trentunenne Emilio Portaluppi, originario di Arcisate, provincia di Varese. Sposato, era andato a lavorare negli Stati Uniti come architetto lasciando la moglie, insegnante, in Italia. Il suo nome è tra i sopravvissuti della lista passeggeri di II classe rilasciata dalla società armatrice White Star dopo l’affondamento del Titanic, il 14 aprile 1912. Ormai 93enne, nel ’72, due anni prima di morire, raccontò il suo naufragio alla figlia Ines.

Una scena del film Titanic.
Una scena del film Titanic.

Ebbene, il nostro rubacuori aveva, sulla nave in I classe, un’amante molto simile a Rose DeWitt (Kate Winslet): la bellissima diciottenne Madeleine Force, sposata al miliardario John Jacob Astor, di 30 anni più anziano di lei. Il giovane l’aveva conosciuta quando era ancora la maestrina Madeleine Force e aveva fatto quel viaggio per starle vicino. Un amore impossibile, ma che lo salvò, perché fu lei a convincere i marinai a imbarcarlo sulla sua scialuppa.

Una foto d’epoca.
Una foto d’epoca.

Segue: Le tante vite delle farfalle: brevi, leggiadre e molto varie

   Il Giornalino n. 21 del 27-5-2001 - Home Page