Sommario.
Disegna e colora

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'inviato speciale

PAGINE DI MANO IN MANO

Bookcrossing mercatini, biblioteche, come scambiare libri in Estate

Riposti per un po' i libri di scuola, con le vacanze estive torna il tempo per fare scorpacciate di libri. Quelli che ci piacciono, quelli che abbiamo messo da parte durante l'anno, quelli che non abbiamo avuto il tempo di divorare la sera perché poi al mattino la sveglia ci buttava giù dal letto, quelli che non abbiamo ancora (e qualche ottimo suggerimento lo trovate ogni settimana nella nostra rubrica "Sceltipervoi"), ma che possiamo cercare, da amici, in biblioteca, nei mercatini.

Con la bella stagione anche i libri hanno voglia di prendere aria, e uscire dagli scaffali, dalle librerie, per mettersi in mostra e trovare nuovi lettori. Le iniziative di scambio e prestito dei libri sono tante. La più consolidata è il bookcrossing, nato dall'unione di due termini inglesi e che letteralmente significa far incrociare i libri. Esiste un sito ufficiale (www.bookcrossing.com) in cui registrare un libro, ricevere un codice identificativo da riportare su un'etichetta adesiva con il simbolo del libro con le gambe e da incollare sulla copertina.

Fatto questo si può "liberare" il libro, cioè lasciarlo su una panchina, in un albero cavo, su un muretto, in modo che possa essere facilmente intercettato da un passante, preso, portato a casa, letto e poi di nuovo rilasciato per essere condiviso. Ogni volta che troviamo un libro con l'etichetta del bookcrossing basta andare sul sito, segnalare dove è stato trovato e da chi: tutti i passaggi vengono così registrati e il lungo percorso di un romanzo intorno al mondo viene tracciato.

COME SEMI NELLE VIE

Sulla scia del bookcrossing sono nate altre iniziative analoghe, magari con modalità un po' più semplificate. Per esempio nell'aprile scorso l'Istituto comprensivo Cardarelli di Milano è diventato per un giorno il crocevia di libri passati di mano in mano da una famiglia all'altra. Ogni famiglia ha portato i propri libri a scuola, per scambiarli (per un massimo di dieci) con altri portati da altre famiglie. A Roma le pareti della scuola nel maggio scorso si sono aperte al quartiere per l'iniziativa dell'associazione Semidicarta: cinque classi quinte del 302° Circolo didattico di via Cilea hanno coinvolto un intero quartiere liberando i libri come fossero semi, sparsi per le strade, nei parchi, sui tavolini dei bar con curiosità, entusiasmo, passione, e un pizzico di timore da parte dei bambini (nella foto a destra, in classe con il loro libro da liberare).

A Pontremoli, cittadina della Lunigiana, i libri stanno proprio di casa; qui, già a partire dal 1458 nasceva il "mercatum tomorum" (cioè il mercato dei libri) e in seguito da qui partivano i librai ambulanti che raggiungevano le fiere dell'Alta Italia e di Francia, Spagna, fino ad avventurarsi nel Centro e Sud America. In nome di questa tradizione è sorto il prestigioso premio letterario Bancarella e il suo omologo per ragazzi, il Bancarellino. A Pontremoli, le librerie certo non mancano, ma i libri stanno ovunque, anche fuori dalle panetterie e dalle erboristerie. Tutto grazie alle "librerie degli onesti" (www.libreriedeglionesti.it), decine di cassettine rosse (nella foto a sinistra) colme di libri lasciati dai singoli cittadini, alcune dotate persino di una lampadina per visioni... notturne. Chi passa di lì può prenderne uno, in cambio di un altro libro, oppure lasciando una donazione libera che andrà a sostenere una serie di progetti benefici. Vicino alle cassette delle panchine decorate con temi "libreschi" su cui si può "consumare" sul posto il libro appena scambiato. A ispirare questa iniziativa è stato Hay-on-Wye, un villaggio del Galles con solo 1.846 abitanti e quaranta librerie, la maggior parte di libri usati. Autoproclamatasi Regno del libro, è meta ogni anno di mezzo milione di turisti appassionati di libri.

Venduti al chilo

Singolare iniziativa in occasione del salone del consumo critico "Fa' la cosa giusta" a opera di Terre di mezzo Editore: i libri sono stati venduti... a peso! (foto sotto). Una vecchia bilancia, i classici pesi in ferro da posizionare su un piatto, con scene del tipo: «Scusi, vorrei tre etti di libri... a me un chilo e mezzo!», per acquistare una serie di titoli altrimenti destinati a prendere polvere nei magazzini e poi finire al macero. Finora abbiamo parlato di iniziative strutturate, proposte da associazioni e istituzioni. Ma anche i ragazzi, da soli o con un piccolo gruppo di amici, possono organizzarsi per far circolare i libri. Per esempio proponendo voi stessi un bookcrossing all'oratorio. Passate in rassegna i titoli che avete letto e che non vi interessa conservare, chiedete uno spazio, oppure sistematevi con un banchetto o un telo in una zona frequentata. Fatevi un po' di pubblicità, con locandine, volantini, passaparola su internet, preparate un bel cartellone "Qui si scambia" e il gioco è fatto! Potete anche vendere i libri usati per poche decine di centesimi l'uno, in occasione di un mercatino in spiaggia o ai giardini.

In prestito in biblioteca

Luoghi speciali, amici di tutti i lettori, sono le biblioteche pubbliche. In Italia ce ne sono davvero tante (circa 20.000), quasi tutte hanno un reparto dedicato ai libri per ragazzi. Prima di partire per le vacanze informatevi se è presente un biblioteca nel vostro luogo di villeggiatura, e andate subito a visitarla per scoprire quali sono i termini del prestito e l'offerta di libri. Sulla rubrica "Scelti per voi" trovate un ottimo sito per localizzare le biblioteche in tutta Italia. E non dimenticate che in molti paesi e città è attivo un servizio di bibliobus, cioè biblioteche viaggianti che sostano una volta a settimana in zone precise, e che funzionano come piccole biblioteche. L'estate è anche l'occasione per partecipare a eventi che ruotano intorno ai libri: festival, rassegne, mostre come il Festival letterario della Sardegna a Gavoi (dal 29 giugno al 1° luglio), il Festivaletteratura di Mantova (dal 5 all'8 settembre), la Fiera dell'editoria a Lugo di Romagna (8-9 settembre). E intanto nel prossimo weekend (da 15 al 16 giugno) segnatevi questi due appuntamenti: Mare di libri a Rimini e il Trentino book festival a Caldonazzo (Trento).

Fulvia Degl'Innocenti


Editoriale
Qui parliamo noi
Chiedo a Zio Giò
L'inviato speciale
Scienza e tecnologia
G come Gesł
Canale G
Billa
Tommy Gi
Raffa per te
Fumetto
Giochi

 
 Scelti per voi 



megliounlibro.it

L'iniziativa ha un compito delicato e importante, simile a quello dei cercatori di perle: suggerire ai lettori (adulti, giovani e giovanissimi) quali libri meritano di essere letti. Mica da ridere - ma tutto da legger!



 
Scritti per voi

 


Abbonati on line
 
Il Giornalino - Sommario


©2011 Copyrights - Periodici San Paolo s.r.l.