Gazzetta d'Alba online Logo San Paolo
 

 
Gazzetta d'Alba, n. 45 del 1 dicembre 2009

n. 45 del 1-12-2009
Questa settimana
scelti per voi...

Stop alle auto in centro
di ALESSANDRO CASSINELLI

Colletta alimentare
di M.G.O.

Il testamento biologico sotto le torri
di M.V.

190.728 euro per i piccoli Comuni
di V. P.

I pub non sono luoghi dell'eccesso
di ADRIANA RICCOMAGNO e 
BRUNO RICCOMAGNO

160 mila euro a Bersighelli
di MATTEO VIBERTI

San Cassiano ama lo sport
di ENRICO FONTE

Alba truffle award

Catone: sequestrato il blog
di CRISTIANO LANZARDO

L’Aghav fu il primo Centro diurno piemontese
di V.M.

Festa provinciale della solidarietà
di D.L.

Fondi regionali per 59 paesi
di CORRADO OLOCCO

L’addetto non c’è: Asl chiusa
di ENRICO FONTE

Biomasse per luce e calore
di ELENA CHIAVERO

Scientifico, è (quasi) realtà
di ELENA CHIAVERO

Intonando. La corale di Mussotto
lancia il primo disco

di MATTEO VIBERTI

Il 25° compleanno di 
"...Aspettando Natale"

di M.V.

 


 

"Quando nell’ombra" contiene undici brani basati su antiche lodi alla Madonna trascritte e conservate da Marco Diale

Intonando
La corale di Mussotto lancia il primo disco

di MATTEO VIBERTI
 

 

Una storia si può smarrire se non viene coltivata, nutrita, riportata nel presente seppur in forme diverse. Non è tuttavia questo il destino della trama che ha dato vita a Quando nell’ombra, primo disco dell’associazione corale Intonando che sarà presentato martedì 8 dicembre, alle 21, nell’ex chiesa parrocchiale della Natività di Maria Santissima di Mussotto.

La corale "Intonando".
La corale "Intonando".

Una storia che parla di Marco Diale, organista della chiesa – attuale culla e «dimora» di Intonando – che molto tempo fa, stregato dalle antiche lodi alla Madonna intonate dai fedeli durante la processione del giorno di Pasquetta, le trascrive e le custodisce fino all’età di novant’anni. Per poi consegnarle all’attuale direttore del coro, il quale decide, con il gruppo Intonando, di restituire alla comunità quei canti, di ridare loro vita in forma rivisitata, ricercando il dialogo con la contemporaneità dal punto di vista sia corale che compositivo.

Il disco si pone come linea di continuità, ma anche come simbolo e apice di un’attività, quella dell’associazione, che da molti anni si orienta non solo alla produzione e alla diffusione musicale, ma anche alla formazione di nuovi talenti. Intonando è composto da trenta elementi, ha approfondito lo studio della vocalità spaziando fra diverse epoche, è stato promotore di numerose iniziative e convegni e ha accompagnato formazioni internazionali di prestigio. Quando nell’ombra, registrato a settembre grazie al contributo della fondazione Cassa di risparmio di Cuneo, è frutto dell’incontro fra gli sforzi del direttore del coro Franco Biglino, del coro di Intonando e della compositrice Elena Camoletto che, oltre alle attività di insegnamento e di direzione di importanti formazioni corali, ha ricevuto numerosi riconoscimenti e commissioni da parte di cori italiani e stranieri e può vantare esecuzioni in vari stage europei sulla musica corale contemporanea.

La copertina dell'album in uscita "Quando nell'ombra".
La copertina dell’album in uscita "Quando nell’ombra".

Il disco contiene undici brani della tradizionale devozione alla Vergine elaborati per coro misto e coro di voci bianche: quest’ultimo formato da 13 ragazzi (il coro Intonandoli) che, da alcuni anni, condividono la dimensione creativa ed "emotiva" dell’impianto musicale del gruppo. Il ricavato del disco sarà utilizzato per finanziare i lavori di ristrutturazione della chiesa, attualmente affidata in gestione a Intonando.

La presentazione del lavoro al pubblico avverrà in occasione dei 25 anni di Aspettando Natale, rassegna divenuta un faro non solo per gli appassionati, ma per l’intero mondo culturale e artistico nostrano.

Elena Camoletto (a sinistra) ed Enzo Bianchi (a destra).
Elena Camoletto (a sinistra) ed Enzo Bianchi (a destra).

Ogni Natale, dal 1984 ad oggi, Intonando organizza incontri e concerti, accogliendo ospiti illustri e di grande qualità artistica: la ricorrenza sarà celebrata anche nel corso della serata di mercoledì 16 dicembre con l’esibizione dei King’s Singers.

È una musica, quella del disco, dal significato simbolico, intriso di passato, presente, emozione e vita. Così il Priore di Bose Enzo Bianchi, nella prefazione all’opera (il testo completo si trova all’interno del libretto del disco), scrive: «Sono voci trasfigurate quelle che si ascoltano in questo disco. Non bastano un testo e una musica per fare un canto, ci vogliono voci di uomini e di donne e di bambini che riportano in vita una realtà che diversamente resterebbe lettera e musica morta. A maggior ragione questo vale per quei canti alla Madonna che non sono né antichi né tanto meno vecchi, ma canti mariani di una volta. Sono infatti ancora in vita persone che li hanno cantati, anche se perlopiù sono anziani come me».

Matteo Viberti


      

  
INTERVISTA - Andreana Uda: «Un traguardo raggiunto con impegno»

Il 25° compleanno di "...Aspettando Natale"

di M.V.
   

Andreana Uda è la presidente dell’associazione corale Intonando.

  • Intonando è da tempo operativa dal punto di vista della produzione musicale, della formazione e della promozione di eventi. Può farci un breve ritratto dell’associazione e dello spirito che la anima, presidente?

«L’associazione corale si è costituita nel 2004, ma in realtà il coro che ne rappresenta il nucleo originario è presente da molto tempo sul territorio. Nati come coro parrocchiale, coltiviamo da sempre la passione per il canto. Un amore che ci ha spinti a divulgare sul territorio la cultura della musica corale come linguaggio e come valore. Tutto è partito da un gruppo di amici cresciuti insieme a Mussotto, gestazione intima che ha favorito la coesione e il successo. La stragrande maggioranza di noi proviene da una "famiglia canterina", per dirla come il Trio Lescano, che ha conosciuto il piacere di stare insieme con semplicità cantando le classiche canzoni popolari. Col tempo questo gruppo di amici non ha mollato e ha condiviso un percorso che si è fatto via via più impegnativo, ma che ci ha permesso di raggiungere traguardi ambiziosi. L’associazione col tempo si è rinnovata e ha accolto nuovi coristi che condividono con serietà l’appuntamento all’unica prova settimanale del giovedì sera. Sicuramente proprio la parola "serietà" contraddistingue sia quelli che stanno al di là del leggio, sia colui che sul leggio appoggia le partiture per dirigerci. La nostra fortuna è quella di essere preparati dal maestro e amico Franco Biglino che, appassionato quanto noi, non ha mai smesso di formarsi, studiare, approfondire tutti gli aspetti della musica corale, non ultimo quello della vocalità. La sua preparazione ha permesso al coro di raggiungere buoni risultati. Il binomio passione e serietà ci regalerà ancora molte soddisfazioni e speriamo possa far vivere momenti piacevoli e ricchi di emozioni al pubblico che vorrà venire ad ascoltarci».

Il coro "Intonandoli".
Il coro "Intonandoli".

  • ...Aspettando Natale rappresenta una ricorrenza importante per il mondo culturale territoriale. Quali i significati dei due eventi che ne celebreranno il venticinquesimo compleanno?

«Il venticinquesimo compleanno di ...Aspettando Natale rappresenta per noi un traguardo raggiunto con impegno, tanta dedizione e costanza. La rassegna, nata in sordina nel 1984, è diventata negli anni un appuntamento apprezzato non solo dalla comunità di Mussotto ma da tutti gli appassionati di musica di Alba e dintorni. Ci inorgoglisce l’originalità dell’esperienza sul territorio; una singolarità capace di divenire tradizione e di richiamare un pubblico attento e numeroso. L’8 dicembre, con la presentazione del nuovo disco dal titolo Quando nell’ombra, vogliamo offrire un momento musicale che possa evidenziare un percorso fatto di innovazione, pur restando ancorati al nostro bagaglio culturale. I brani del disco sono lodi mariane, legate alle giornate lourdiane che si celebravano nella frazione tanto tempo fa e che sono rimaste nel patrimonio della comunità mussottese. Infine il concerto-evento in San Domenico dei The King’s Singers, che rappresenterà un momento di festa da condividere con la città di Alba e l’occasione per farci conoscere».

  • Progetti per il futuro?

«È difficile rispondere a questa domanda: l’associazione corale Intonando è molto democratica e siamo abituati a pianificare insieme il futuro. Rimarremo fedeli agli obiettivi che ci caratterizzano da sempre: ci dedicheremo alla formazione e alla divulgazione della cultura corale con una particolare attenzione alle nuove generazioni. Inoltre, ora che abbiamo preso in gestione l’ex chiesa parrocchiale di Mussotto della Natività di Maria Santissima, avremo la possibilità di usufruire di una sede e di un luogo dove organizzare concerti per arricchire, ci auguriamo, le proposte culturali del territorio albese».

m.v.