Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - La città celebra il Cottolengo, "gigante della carità"
Periodici San Paolo - Home Page

Incontri e celebrazioni dal 24 aprile al 4 maggio

La città celebra il Cottolengo, "gigante della carità"

di LINO FERRERO
   

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page

La Bra cristiana, le religiose cottolenghine, i volontari, gli ospiti della Piccola Casa si preparano a festeggiare solennemente la ricorrenza liturgica di San Giuseppe Benedetto Cottolengo (Bra 1786 - Chieri 1842), patrono di Bra insieme alla Madonna dei fiori. Un "gigante della carità" che Bra ha visto nascere nella casa affacciata sull’Ala, adiacente alla chiesa dei Battuti bianchi. In città, come nel mondo intero, l’opera del Cottolengo ha fatto innumerevoli proseliti: nello spirito del fondatore operano anche a Bra le suore della Piccola Casa della Divina Provvidenza, in via fratelli Carando 28, guidata da ormai tre anni dalla superiora suor Vincenzina.

San Giuseppe Benedetto Cottolengo.Le celebrazioni inizieranno giovedì 24 aprile, alle 18, con la Messa in Sant’Andrea presieduta da mons. Guido Fiandino, vescovo ausiliare di Torino e vicario generale della Diocesi. Venerdì 25 aprile è prevista alle 18 la Messa in Sant’Andrea presieduta da un sacerdote cottolenghino della Piccola Casa di Torino e alle 21, nel salone del Cottolengo di Bra (in via fratelli Carando) sarà presente fratel Domenico Carena che presenterà una relazione su fratel Luigi Bordino di Castellinaldo, cottolenghino, di cui è prossima la beatificazione.

Sabato 26, alle 18, in Sant’Andrea verrà celebrata la Messa, presieduta da mons. Gabriele Mana, vescovo di Biella. Domenica 27, presso il Cottolengo di Bra, alle 15.30, il gruppo musicale San Domenico Savio, diretto da Virginia Racca, terrà un concerto.

Infine, domenica 4 maggio, anniversario del Battesimo di San Giuseppe Cottolengo, avvenuto in Sant’Andrea il 4 maggio 1786, in via fratelli Carando si svolgeranno una celebrazione e una festa per gli ammalati (inizio alle ore 15). Nella stessa giornata, alla stessa ora, presso il Palatenda di Bescurone avrà luogo l’ultima convocazione della Missione giovani. Il tema trattato sarà Il volto del fratello, per ricordare l’opera del Cottolengo.

li.fe.

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page