Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - A scuola... di lingua piemontese
Periodici San Paolo - Home Page

Concluso il corso di tre mesi coordinato da Giovanni Tesio

A scuola... di lingua piemontese

di D.B.
  

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page

Con 45 iscritti e una media di presenza per le dieci lezioni molto alta, il corso di lingua piemontese conclusosi ad Alba alla media "Vida" di via Balbo è stato indicato da Giovanni Tesio, del Centro studi piemontesi di Torino, come una delle esperienze di formazione di maggiore successo in regione.

Giovanni Tesio con il gruppo di relatori che hanno tenuto il corso di piemontese ad Alba.
GLI INSEGNANTI. Giovanni Tesio con il gruppo di relatori
che hanno tenuto il corso di piemontese ad Alba.

Tre gli eventi significativi festeggiati nel corso degli incontri. Il primo è la tesi discussa a pieni voti da Marialuisa Marchiaro che ha coordinato una raccolta di proverbi e detti nell’area albese, laureandosi in geografia linguistica. Il secondo riguarda lo studio delle parlate dell’albese che ha avuto per pionieri Primo Culasso, Silvio Viberti e Maria Laneri: una ricerca rigorosa che si trasformerà in iniziativa editoriale a cura di Gribaudo. Il terzo ha avuto per protagonista il ricercatore universitario Riccardo Regis di Alba, relatore sul tema: "Dialetto: una nozione sociolinguistica", esempio riuscito di innesto di nuove leve nel team di studiosi che fa capo a Oscar Barile e comprendeva Corrado Quadro, Malbina Malerba e Carla Ottazzi. Il corso si è concluso con una lezione di Giovanni Tesio. Un interessante "fuori orario" vedrà impegnati alcuni corsisti in una serata di animazione prevista a Sinio il 24 maggio, in coda al decimo premio "Carmelina Brovia e le sue sorelle". Si tratta di un omaggio ai grandi poeti studiati, da Oreste Gallina a Nino Costa.

d.b.

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page