Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - E sabato Testa canterà a Treiso
Periodici San Paolo - Home Page 58 anni fa.

Ha accettato l’invito dell’Anpi e dei Comuni della zona

E sabato Testa canterà a Treiso
   

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page
Sabato 26 aprile, alle 21.30, in occasione dei festeggiamenti per il 25 aprile, organizzati dalla Sezione di Alba, Langhe e Roero dell’Associazione nazionale partigiani italiani, dai Comuni di Alba e Treiso, si terrà presso la palestra comunale del paese langarolo un concerto gratuito del cantautore cuneese Gianmaria Testa, impegnato, in questo periodo, alla realizzazione del suo nuovo cd, che uscirà a ottobre.

Si tratta di un appuntamento che si ripete a distanza di due anni (il cantautore, infatti, era già stato a Treiso per l’anniversario della libera Repubblica di Alba del 1944) e che rinnova il legame tra Gianmaria Testa e le Langhe e, soprattutto, il suo stretto legame con il mondo partigiano.

Gianmaria Testa.
CANTAUTORE. Gianmaria Testa.

L’appuntamento si preannuncia emozionante.

L’artista si esibirà accompagnato dal chitarrista e poeta Pier Mario Giovannone, coautore del cd Il valzer di un giorno. Testa darà spazio, oltre che alle sue canzoni più belle e più conosciute (da Dentro la tasca di un qualunque mattino a Extra-muros, da La ca ’sla culina a Il valzer di un giorno), anche a quelle nuove, che costituiranno il materiale del prossimo disco. «La speranza», dicono gli organizzatori, «è che, come già l’altra volta, Gianmaria Testa ricordi, tra l’altro, le parole di Beppe Fenoglio e dei suoi 23 giorni della città di Alba e canzoni popolari e intense, oggi più che mai necessarie, come Bella Ciao e Stelutis alpinis». Il programma prevede, alle 21, una fiaccolata al pilone dedicato ai fratelli Ambrogio; alle 21.15, nella palestra interverranno il sindaco di Treiso, Achille Perno, e il primo cittadino di Alba, Giuseppe Rossetto. A seguire gli alunni della scuola elementare del paese precederanno l’ingresso sul palco di Gianmaria Testa, leggendo alcuni brevi brani a tema partigiano.
   

Commemorazione anche a Canale

La Federazione italiana volontari della libertà, sezione Tonio Ferrero di Canale, ha organizzato la commemorazione del 25 aprile. I partecipanti si ritroveranno alle 9 in piazza Italia. Seguiranno la sfilata verso il monumento ai caduti per la deposizione della corona di alloro e, alle 10, la Messa al campo, celebrata dal parroco don Gianni Tarable. Dopo il saluto del sindaco di Canale, Marco Monchiero, il professor Alessandro Zanella, presidente del circolo Europa libera, terrà l’orazione ufficiale. Alle 11.30 i partecipanti si ritroveranno in Municipio, per un rinfresco, cui seguirà il pranzo presso il ristorante Leon d’oro di Canale.

e.c.

 

Ad Agliano Terme interviene Riba

Oratore. Lido Riba.La comunità collinare "Valtiglione e dintorni", che comprende Agliano Terme, Azzano, Belveglio, Castelnuovo Calcea, Isola, Mombercelli, Mongardino, Montaldo Scarampi, Rocca d’Arazzo, Vaglio Serra e Vigliano, organizza per venerdì 25 aprile una cerimonia di commemorazione ad Agliano Terme. Il programma prevede il ritrovo alle 9.30 presso il palazzo comunale, alle 9.45 la deposizione delle corone presso il cippo, alle 10.15 il corteo verso la lapide dei caduti in via Principe Amedeo e alle 10.45 la Messa concelebrata da monsignor Vittorio Croce e dai parroci dell’Unione collinare. Alle 11.30 ci sarà l’orazione celebrativa di Lido Riba, vicepresidente del Consiglio regionale.

f.g.

Segue: Dogliani dà spazio agli studenti

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page