Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Bra rende omaggio alle donne che diedero aiuto ai partigiani
Periodici San Paolo - Home Page 58 anni fa.

Fiaccolata nelle strade animata dagli studenti

Bra rende omaggio alle donne
che diedero aiuto ai partigiani

di DIEGO LANZARDO
   

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page Saranno le donne le protagonista delle celebrazioni 2003 del 25 aprile. Nel 2001 l’attenzione del ricordo si era focalizzata sugli aviatori inglesi e sudafricani morti in una missione aerea che avrebbe dovuto rifornire i partigiani della zona di Bra. Nel 2002 erano state prese in esame le persecuzioni razziali e in particolare le vicende degli ebrei abitanti nel braidese. L’iniziata aveva coinvolto i ragazzi delle scuole che, guidati dagli insegnanti, avevano svolto un’approfondita ricerca.

«Quest’anno», spiega l’assessore alla cultura e presidente dell’Istituto storico della Resistenza di Cuneo, Livio Berardo, «il tema scelto è Le donne nella Resistenza. Nella serata di mercoledì 30 aprile si svolgerà una fiaccolata pubblica sui luoghi della memoria, ovvero un percorso con soste in punti della città legati al ricordo di alcune donne braidesi che parteciparono alla lotta partigiana».

Ogni sosta sarà un’occasione per riflettere sui valori della Resistenza, attraverso la lettura di brani, musiche e rappresentazioni teatrali interpretate dagli studenti delle scuole. Le figure ricordate saranno quelle di Sofia Palma di Cesnola, Beatrice Turletti e di tante altre donne, impegnate come informatrici o staffette, o che accolsero nelle loro case partigiani braccati, fornendo loro cibo e vestiario. Un aiuto che permise ai combattenti per la libertà di superare anche i momenti più duri della lotta contro i nazifascisti.

Prosegue Berardo: «Per gli studenti la ricerca e l’approfondimento sulle figure delle donne della Resistenza proseguirà, com’è avvenuto sulle vicende degli ebrei. L’obiettivo è di realizzare un volumetto che conterrà anche notizie inedite».

Le celebrazioni "classiche" si terranno venerdì 25 con la tradizionale cerimonia promossa dal Comune in collaborazione con le associazioni partigiane, combattentistiche e d’arma. A partire dalle 8 vi sarà la deposizione delle corone d’alloro nei cimiteri di Bra, Bandito e Pollenzo e in piazza Roma e in piazza Giolitti. Alle 10 è previsto il ritrovo in largo della Resistenza, dove i ragazzi del liceo della comunicazione San Giuseppe realizzeranno un intervento. Seguirà il corteo che raggiungerà piazza Caduti per la libertà, sede della commemorazione ufficiale da parte del Sindaco. Sarà presente Malvina Ronchi della Rocca, staffetta partigiana. Interverrà anche la banda musicale cittadina Giuseppe Verdi. La manifestazione sarà chiusa, alle 11.45, dalla Messa celebrata nella chiesa dei Battuti bianchi.

Diego Lanzardo
   

Neive propone un film in anteprima

L’anniversario della liberazione a Neive sarà ricordato il 24 aprile, alle 21, nell’auditorium "San Giuseppe" di Borgonuovo. La sala ricavata nell’ex chiesa parrocchiale ospiterà la proiezione in anteprima del video didattico Io, storia di venti persone. Ne è autrice una giovane regista, Fabiana Antonioli, dello studio torinese Dieci decimi.

Nel documentario si dà la parola ai testimoni diretti del secondo conflitto mondiale, molti dei quali neivesi. Ci sono, ad esempio, l’ex partigiano, il reduce di Russia e l’internato nei lager nazisti: dall’insieme dei loro ricordi emerge una volta di più la follia della guerra. Il video è destinato in modo particolare alla proiezione nelle scuole. Il Comune, nel farsi promotore dell’iniziativa ha invitato le associazioni d’arma, le autorità civili e religiose della zona, gli studenti, il corpo insegnante e la comunità neivese tutta.

c.p.

Segue: E sabato Testa canterà a Treiso

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 22-4-2003 - Home Page