Gazzetta d'Alba n.16 del 17-4-2002 - Infinity festival incorona il cinema argentino
Periodici San Paolo - Home Page

I 10.000 euro del primo premio vanno al film "Solo por hoy" di Ariel Rotter. Poste le fondamenta per il futuro dell’evento

Infinity festival incorona
il cinema argentino

   

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 17-4-2002 - Home Page

La prima edizione di Infinity festival, rassegna sul cinema e sulla ricerca spirituale, si è conclusa con la vittoria del film argentino Solo por hoy (Solo per oggi), diretto da Airel Rotter che si è aggiudicato il premio di 10.000 euro. Il riconoscimento (5.000 euro) per la migliore regia è andato al rumeno Sinisa Dragin per la pellicola In fiecare zi dumnereu ne saruta pe gura (Ogni giorno Dio ci bacia sulla bocca) e per la migliore produzione (5.000 euro) al film Blatnoi mir (Mondo di ladri) del regista finlandese Jouni Hiltounen. La giuria Signis ha invece assegnato l’omonimo premio al film giapponese Ichiban utsukushii natsu (L’estate più bella) di John Williams e due menzioni speciali alle pellicole Zir-e nour-e maah (Al chiaro di Luna) dell’iraniano Reza Mir-Karimi e La traversee (La traversata) del francese Sebastien Lifshitz.

Da sinistra: Sinisa Dragin, Ariel Rotter, Jouni Hiltounen. Luciano Barisone con Naomi Kawase.

PREMIATI. Da sinistra: Sinisa Dragin, Ariel Rotter, Jouni Hiltounen.
A destra: Luciano Barisone con Naomi Kawase.

Il direttore dell’evento, Luciano Barisone, si è detto soddisfatto: «La macchina organizzativa ha funzionato bene e la frequenza degli ospiti è stata elevata; solo il pubblico albese è stato un po’ timido inizialmente, forse per il timore di imbattersi in proiezioni noiose, ma con questa prima edizione abbiamo posto le fondamenta e nel futuro lavoreremo sul territorio per radicare la manifestazione».

   Gazzetta d'Alba n. 16 del 17-4-2002 - Home Page