ATTENZIONE! Il sito del Centro Internazionale Studi Famiglia ha cambiato indirizzo.

Tra qualche secondo verrete indirizzati al nuovo sito.
Se non dovesse accadere, cliccate qui:
www.famigliacristiana.it/canale/cisf



Your browser doesn't support java or java is not enabled! 
























 

 

 

Seminari e convegni
    

FAMIGLIA E ALZHEIMER

Seminario di studio
"Figlio, soccorri tuo padre nella vecchiaia, non contristarlo 
durante la tua vita. Anche se perdesse il senno, compatiscilo e non disprezzarlo, mentre sei nel pieno vigore
" (Siracide, 3, 14-15).
    

Con il Patrocinio del Ministero della Sanità

31 maggio 2000
Auditorium don Alberione
Via Giotto 36, Milano

Segreteria Seminario: "FAMIGLIA E ALZHEIMER"
CISF - Via Duccio di Boninsegna, 10 - 20145 MILANO
Tel.: 02.480.120.40 - Fax: 02.480.099.38
Sito Internet:
www.cisf.it - www.sanpaolo.org/cisf  
E-mail: cisf@stpauls.it

   

Seminario organizzato in collaborazione con:

Alzheimer Italia
Arco di Giano
Associazione Italiana Malati di Alzheimer
Associazione per la Ricerca sulle Demenze
Fondazione Manuli
Gruppo di ricerca geriatrica Brescia

Nella società contemporanea, dove efficienza, fitness e benessere sembrano valori assoluti, veri e propri idoli, dove l’identità di ogni persona è riconosciuta soprattutto in quanto autonoma, non dipendente, dotata di "potere" sul proprio destino, l’assenza o la perdita delle capacità intellettuali appare essere una diminuzione irreparabile di umanità, un punto di non ritorno oltre il quale emerge, drammaticamente, la domanda: "Che vita è?", o peggio: "E’ ancora vita?"

Così, il crescente numero di malati di Alzheimer nella nostra società, e più in generale, di persone che soffrono di quelle patologie sinteticamente definite "demenza senile", producono sconcerto, talora un vero e proprio scandalo.
Ancora di più sconcerta l’assenza di terapie risolutive, la dichiarata impotenza della medicina contemporanea a guarire chi soffre di tale malattia. Di più, proprio perché "inguaribile", questo male diventa spesso anche "incurabile": come fare a prendersi cura di una persona che non riconosce più se stessa, i propri familiari, la propria storia, il proprio presente?

Ben conoscono, i familiari dei malati di Alzheimer, queste difficoltà, mentre la loro vocazione resta pur sempre quella della "cura", del farsi carico del proprio congiunto. Ben sanno anche quanto sia difficile fare questo da soli, quando dall’esterno non arrivano messaggi di aiuto, sostegno, collaborazione: la medicina resta infatti alla porta con la sua impotenza a guarire e spesso anche con la difficoltà a curare una condizione di sofferenza tanto dolorosa, quasi disperata. Ben sanno, infine, le famiglie dei malati di Alzheimer, quanto sia difficile chiedere aiuto per sostenere chi, all’interno della famiglia, accoglie e accetta il gravoso compito di accompagnare una persona che sembra non essere più quella che si conosceva.

Attorno a questi temi il seminario promosso dal Cisf intende coinvolgere studiosi e specialisti del campo, operatori dei servizi socio-sanitari, associazioni familiari. Ci si propone così di disegnare da diverse prospettive una rete di relazioni, di aiuti, di interventi capace di difendere e di restituire dignità anche a chi non è più in grado di dare un nome alla propria umanità. È la sfida che oggi questa malattia lancia alle famiglie, ai servizi, alla cultura della nostra società.
    

FAMIGLIA E ALZHEIMER 

Mercoledì  31 maggio  2000
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

9.00 - 9.30 Registrazione dei partecipanti

Primo modulo

 Definizione del problema e caratteristiche della Malattia

9.30 - 11,00 I perché di questa giornata
Virgilio Melchiorre
, Direttore del Cisf
Cristina Beffa, Vice direttore della rivista "Famiglia oggi"

Le dimensioni del problema e stato dell’arte della cura
Marco Trabucchi, Direttore scientifico Gruppo di ricerca geriatrica, Brescia

Aspetti etici e relazionali
Sandro Spinsanti, Direttore Arco di Giano, Roma

11.00 -11.15  Coffee break

Secondo modulo

La società di fronte all’Alzheimer

11.15 - 13. 15 Moderatore Marco Trabucchi

Alzheimer: i costi sociali e i bisogni assistenziali di una malattia familiare
Concetta Vaccaro, Ricercatrice CENSIS, Roma

Modelli sperimentali di cura
Angelo Bianchetti, Primario Dipartimento Medicina generale, Ospedale Ancelle della Carità, Cremona

Alzheimer in Europa
Gabriella Salvini, Presidente Alzheimer Italia, Milano

Le professioni della cura
Silvano Corli, Responsabile Servizio aggiornamento e formazione permanente, Ospedale Ancelle della Carità, Cremona

I costi delle cure
Francesca Castelletti, ricercatrice Gruppo
di ricerca geriatrica, Brescia

Dibattito
14.30 - 15.00  Film prodotto dall’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer: 
"Quel che resta di lei"

Terzo modulo

La famiglia di fronte all’Alzheimer

15.00 - 17.30 Moderatore Sandro Spinsanti

Cambiamenti delle relazioni e modelli di cura
Barbara Bertani, Docente di Psicologia sociale, Università Cattolica, Piacenza

Il "gentle care" nelle varie fasi della malattia
Antonio Guaita, Primario Istituto geriatrico"Camillo Golgi", Abbiategrasso

Chi sono le famiglie e cosa chiedono 
Patrizia Spadin, Presidente Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, Milano

Le cure a domicilio
Daniela Poggi, Direttore responsabile Fondazione Manuli, Milano

Dibattito

Conclusioni e indicazioni operative
Marco Trabucchi Marco Trabucchi


Cisf - Codice fisc/P. Iva 05023630964
Modificato mercoledì 24 novembre 2010
Sito gestito dalla Società Apostolato San Paolo
©
S.A.S.P. S.r.l., Via A. Severo 56 - Rome - Italy
Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 02296520048
Capitale sociale € 1.523.023,00 i.v.

back to top

 


   

Modalità d'utilizzo


   

   

   

Il Centro Documentazione del CISF è dotato di oltre 6.000 volumi, più di 100 testate di riviste specializzate, suddivise cinque aree d'interesse:
pastorale familiare
formazione e 
   dinamica
   della coppia
età evolutiva
problematiche
   collegate alla 3a età
bioetica

 


aggiornamento per chi è interessato a conoscere quanto di rilevante viene pubblicato sulla famiglia