ATTENZIONE! Il sito del Centro Internazionale Studi Famiglia ha cambiato indirizzo.

Tra qualche secondo verrete indirizzati al nuovo sito.
Se non dovesse accadere, cliccate qui:
www.famigliacristiana.it/canale/cisf



Your browser doesn't support java or java is not enabled! 
























 

 

 

Seminari e convegni
    


Famiglia e lavoro dopo la legge Biagi:
dal conflitto a nuove sinergie


Un convegno
in ricordo di Marco Biagi
 

Roma, 15 marzo 2006
CNEL, Parlamentino
Viale Lubin 2

 In collaborazione con:

Associazione
per gli Studi Internazionali sul Diritto del Lavoro
e sulle Relazioni Industriali

 Segreteria organizzativa:
CISF
Via Giotto 36
20145 Milano

Tel. 02 48072703
Fax:  02 48072799
mail:
cisf@stpauls.it

 

Scheda di adesione

La difficoltà di trattare il rapporto famiglia - lavoro risiede in primo luogo in una forte autoreferenzialità di entrambi gli ambiti: troppo spesso il mondo del lavoro ha affrontato le proprie problematiche “come se la famiglia non esistesse”, ma anche le famiglie hanno frequentemente considerato il lavoro come una sfera totalmente “esterna”, spesso minacciosa verso le relazioni familiari. Come già rilevato nel Nono Rapporto Cisf sulla famiglia in Italia, Famiglia e lavoro: dal conflitto a nuove sinergie, occorre invece agire soprattutto sulle relazioni  tra famiglia e lavoro, in quegli spazi del sociale in cui i due mondi si intrecciano, e della cui conciliazione sono oggi responsabili solo gli individui, purtroppo soli di fronte alla “difficile compatibilità”.La relazione tra famiglia e lavoro è fondamentale sia per la qualità del lavoro che per la qualità della vita e per il benessere degli individui e delle famiglie, soprattutto nei momenti critici: in famiglia nei passaggi e nelle transizioni familiari (quando un figlio deve uscire di casa verso la vita autonoma, quando nasce un figlio alla madre che lavora, quando si trasloca…), nel mondo del lavoro “quando il lavoro non c’è” (disoccupazione giovanile ma anche adulta, lavoro nero, precarietà, sfruttamento, subordinazione o penaliz-zazione del lavoro femminile),  ma anche “quando il lavoro è troppo", e si mangia il tempo delle persone e delle famiglie, come un Moloch insaziabile cui sacrificare tutto il resto della vita, generando però malesseri relazionali, difficoltà psicologiche, sofferenze familiari che poi, come un boomerang, danneggiano anche le performances aziendali.

Il convegno sarà quindi un’occasione per poter discutere un tema che incide nel vivo del tessuto sociale ed economico del nostro Paese, alla ricerca di soluzioni che non sembrano impossibili, ma la cui applicazione appare purtroppo ancora molto lontana.
    

IL PREMIO MARCO BIAGI 2006 istituito da:
Ministero del lavoro e delle politiche sociali 
Il Sole 24ore

Il Premio Marco Biagi 2006 vuole portare l’attenzione su quegli aspetti delle discipline giuridiche, economiche, politico-istituzionali, sociali e organizzativo-gestionali che affrontano i temi dei rapporti tra famiglia e lavoro con particolare riguardo all’interpretazione del cambiamento, all’innovazione organizzativa ed alle iniziative finalizzate a promuovere una rilettura delle norme del diritto del lavoro secondo un’ottica familiare e più consona alla conciliazione figli-lavoro.

In particolare con il Premio Marco Biagi 2006 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali intende promuovere:

lo sviluppo dell’interesse del mondo accademico verso l’approfondimento della riflessione di natura economica e giuridica su questi aspetti;

l’attenzione del sistema dell’informazione verso i temi attinenti il rapporto tra famiglia e lavoro e le politiche di conciliazione, con particolare riguardo agli aspetti innovativi insiti nell’implementazione delle politiche occupazionali nazionali e comunitarie;

lo sviluppo e la diffusione delle conoscenze presso i cittadini e gli operatori di settore dell’evoluzione delle teorie e delle pratiche relative alle politiche di conciliazione, anche alla luce degli elementi introdotti dalla riforma del mercato del lavoro. 

   
Mercoledì 15 marzo 2006

PROGRAMMA 
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 
    

mattina
9.30 – 10.00

 Saluti e apertura dei lavori

Antonio Marzano  Presidente CNEL
Leonardo Zega
 
Presidente Associazione Don Zilli
Paola Reggiani Gelmini
  Direttore Fondazione Marco Biagi
Michele Tiraboschi
  Presidente ADAPT

10.00 – 12.15 

Lavoro e famiglia: come conciliarli e perché?

  Coordina:
Gianfranco Fabi
  Vicedirettore Il Sole 24 Ore
Intervengono:

Pierpaolo Donati
 
Ordinario di sociologia della famiglia, Università di Bologna 
(la prospettiva relazionale)
Giovanna Rossi Sciume’  Ordinario di sociologia della famiglia, Università Cattolica, Milano
(come cambia la famiglia),

Giovanni Daverio
  Direttore generale per la famiglia, i diritti sociali e la responsabilità delle imprese, Ministero del lavoro e delle politiche sociali
(famiglia, lavoro e welfare)

Ne discutono:
Francesco Belletti,
Direttore Cisf
Gian Carlo Blangiardo,
Ordinario di Demografia, Università Bicocca, Milano
Caro Lucrezio Monticelli,
Capo Ufficio Legislativo, Ministero del Lavoro e Politiche Sociali
Alessandra Servidori,
Collaboratrice ADAPT

12.15 –13.00

Cerimonia di consegna dei premi “Marco Biagi”-
 Il Sole 24 Ore – Ministero del lavoro

Consegnano i premi:
Gianfranco Fabi,
Vice direttore Il Sole 24 Ore,
Roberto Maroni
, Ministro del lavoro e delle politiche sociali

12.30 - 13.00 Conclusioni
Roberto Maroni
, Ministro del lavoro e delle politiche sociali

pomeriggio
14.30 –17.00
Una famiglia a misura di lavoro o un lavoro a misura di famiglia? Proposte concrete e linee di policy nazionale e locale
Coordina:
Francesco Riccardi, Responsabile del supplemento “È Lavoro” di Avvenire

Intervengono:

Livia Turco, Deputato DS
Piero Marrazzo, Presidente Regione Lazio 
Walter Veltroni
, Sindaco Comune di Roma
Carlo Costalli,
Presidente MCL
Luigi Bobba,
Presidente ACLI
Luisa Santolini, Presidente Forum Associazioni Familiari 
Maurizio Sacconi
, Sottosegretario Ministero del lavoro e delle Politiche sociali

Sarà presente il Presidente della Camera dei deputati PIER FERDINANDO CASINI

Modulo di adesione

La partecipazione è gratuita. 
Il numero dei posti è limitato.
Si consiglia l'iscrizione anticipata


Scheda di adesioneFamiglia e lavoro dopo la legge Biagi: dal conflitto a nuove sinergie
 

Nome
Cognome
Professione
Ente
Indirizzo Ente
Città 
Prov      Cap
Indirizzo privato
Città 
Prov      Cap
Telefono
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Campi facoltativi
Fax
E-mail
         
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Prendo atto che i miei dati e quelli della mia azienda sono di natura facoltativa e saranno oggetto di trattamento informatico da parte dell'Associazione don Giuseppe Zilli per l'invio di eventuale materiale informativo, pubblicitario o promozionale a norma dell'art. 12, comma 1, lettera f della legge 675/96. Per le stesse finalità acconsento alla diffusione dei dati in questione alle società vostre controllanti, alle società da voi controllate e partecipate, alla vostra rete di vendita, a vostri subfornitori ed alle società che effettuano indagini inerenti la soddisfazione dei clienti, nonché per referenze commerciali. In ogni momento potrò chiedere tra l'altro al titolare, l'Associazione don Giuseppe Zilli, la modifica, il non utilizzo o la cancellazione dei miei dati, secondo quanto previsto dall'art. 13 della stessa legge, scrivendo a Associazione don Giuseppe Zilli, Via Duccio di Boninsegna 10, 20145 Milano.
Se non si desidera acconsentire alla diffusione dei dati come sopra indicato barrare la casella.
                                                

 


Cisf - Codice fisc/P. Iva 05023630964
Modificato mercoledì 24 novembre 2010
Sito gestito dalla Società Apostolato San Paolo
©
S.A.S.P. S.r.l., Via A. Severo 56 - Rome - Italy
Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 02296520048
Capitale sociale € 1.523.023,00 i.v.

back to top

 


   

Modalità d'utilizzo


   

   

   

Il Centro Documentazione del CISF è dotato di oltre 6.000 volumi, più di 100 testate di riviste specializzate, suddivise cinque aree d'interesse:
pastorale familiare
formazione e 
   dinamica
   della coppia
età evolutiva
problematiche
   collegate alla 3a età
bioetica

 


aggiornamento per chi è interessato a conoscere quanto di rilevante viene pubblicato sulla famiglia