ATTENZIONE! Il sito del Centro Internazionale Studi Famiglia ha cambiato indirizzo.

Tra qualche secondo verrete indirizzati al nuovo sito.
Se non dovesse accadere, cliccate qui:
www.famigliacristiana.it/canale/cisf



Your browser doesn't support java or java is not enabled! 
























 

 

 

Rapporti

   

TITOLO: IDENTITA’ E VARIETA’ DELL’ESSERE FAMIGLIA
Il fenomeno della «pluralizzazione»
A CURA DI: Pierpaolo Donati
CONTRIBUTI DI: Gian Carlo Blangiardo, Elisabetta Carrà Martini,
Francesco Casetti, Vittorio Cigoli,Carla Collicelli, Mariagrazia Fanchi, Silvio Ferrari, Corrado Pontalti, Riccardo Prandini,
Giovanna Rossi, Francesco Salvatori, Giancarlo Tamanza
NR. PAGINE: 520
EDITORE: Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (MI)
ANNO: 2001
COSTO: € 29.95
Offerta temporanea
Sconto 20%
€ 24.00

Se desiderate ricevere questo volume potete scrivere al seguente indirizzo: cisf@stpauls.it

Modalità pagamento: (sottolineare la modalità preferita)
Bonifico bancario intestato a:
Cisf – Centro Internazionale Studi Famiglia, Via Giotto 36 – 20149 Milano
Codice Iban IT60K0306909467615244338532
Bollettino postale intestato a:
Cisf – Centro Internazionale Studi Famiglia, Nr. 69356400

Il Settimo Rapporto Cisf sulla famiglia in Italia affronta quella che è la sfida più radicale e insieme più affascinante che la famiglia italiana deve oggi affrontare, la cosiddetta "pluralizzazione delle forme familiari", un fenomeno che tutte le società modernizzate si trovano davanti, dato che i processi di cambiamento rispondono ormai alle spinte della globalizzazione. Un numero crescente di stili di vita e di forme di convivenza reclamano oggi il diritto di essere chiamati e trattati come "famiglia", per il semplice fatto di adottare certe modalità – anche se non tutte, anzi mai in toto - di ciò che tradizionalmente costituisce il codice simbolico della famiglia.
La "pluralizzazione della famiglia", dalle analisi qui sviluppate, si configura come fenomeno complesso, alimentato da tre principali tendenze: la frammentazione della famiglia nucleare formata dalla coppia sposata con figli, le rivendicazioni di nuovi diritti soggettivi degli individui nella famiglia, le rivendicazioni di nuovi diritti da parte di individui che vivono in "altre" relazioni sociali che sono familiari solamente per analogia o per metafora.

Copertina di: Identità e varietà dell'essere famiglia.Il presente Rapporto propone di distinguere la famiglia dalle altre forme di vita in comune, che oggi emergono come "stili di vita", in parte transitori verso la famiglia e in parte alternativi ad essa. Tutte queste forme meritano attenzione, ma occorre distinguere la loro natura e il tipo di tutela e trattamento che la società può riservare a ciascuna di esse. La pluralizzazione, infatti, può essere fonte di una maggiore umanizzazione della persona oppure di un ulteriore deterioramento della vita sociale; il problema di come regolare le nuove forme di vita familiare è quindi quello di far sì che la privatizzazione della famiglia non significhi crescita di iniquità, malesseri, patologie nelle relazioni di coppia e generazionali, ma invece promozione di relazioni familiari umanamente più ricche ed autentiche.

L’idea di fondo del Rapporto è che il pluralismo familiare non possa essere indistinto e caotico, ma debba essere "qualificato" sia dal punto di vista culturale sia dal punto di vista del trattamento giuridico, sociale e politico. Il problema di come definire le cosiddette nuove forme familiari va affrontato differenziando le relazioni familiari da quelle che familiari non sono, in base alle qualità specifiche di ciò che significa "essere famiglia" rispetto al fare altri tipi di unioni, accordi o patti privati, motivati da esigenze di vita diverse da quelle di fare famiglia.
    

INDICE

IDENTITA’ E VARIETA’ DELL’ESSERE FAMIGLIA:
IL FENOMENO DELLA "PLURALIZZAZIONE" 
Settimo Rapporto CISF sulla famiglia

   
Presentazione
:
La famiglia italiana "si pluralizza": realtà, significati,
criteri di distinzione

Cap. 1

Famiglia e pluralizzazione degli stili di vita: distinguere tra relazioni familiari e altre relazioni primarie 
(P. Donati)

1. Il problema: la sfida della cosiddetta pluralizzazione della famiglia.
2. Il fenomeno: i dati della situazione e le questioni di definizione.
3. La pluralità delle famiglie c’è sempre stata: che cosa c’è di antico e che cosa di nuovo? Semantiche della pluralità.
4. Comprendere la morfogenesi familiare.
5. Le famiglie generano ancora famiglie?
6. Perché includere tutto nel sistema delle famiglie?
7. In conclusione: si può regolare la morfogenesi familiare? Due scenari: l’uno con cittadinanza neutra, l’altro con cittadinanza societaria.

Cap. 2

Analisi demografica delle "nuove" forme familiari e delle forme 
di convivenza in Italia e in Europa 
(G. Blangiardo)

1. L'unità statistica di riferimento: famiglia o famiglie?
2. La variabilità delle strutture familiari nel panorama europeo
3. La famiglia al plurale nelle diverse stagioni della vita
3.1. Gli aspetti differenziali della famiglia "nido"
3.2.  La varietà nei modi e nei tempi del "fare famiglia"
3.3.  La maturità della vita di coppia: tra sviluppo e crisi
3.3.1. Intensità e tempi dell’"esser genitori"
3.3.2.  Dissoluzioni e ricomposizioni
3.4.  Il ritorno alle origini: vita di coppie e solitudine nelle età anziane
3.5. Divergenza nelle forme convergenza negli ideali?

Cap. 3

La relazione filiale nella famiglia "plurale" 
(G. Rossi e E. Carrà Mittini)

1. Il legame filiale: principio ordinatore dei legami familiari?
2. La relazione filiale: una "istituzione ambivalente"
3. La rete delle relazioni filiali tra famiglie giovani, nonni e nipoti
3.1. Sette aggettivi per la relazione filiale

Cap. 4

Configurazioni sceniche dell’essere famiglia ovvero del ragionare sulla pluralizzazione
(C. Pontalti)

1. Fenomeni universali – fenomeni particolari
1.1. La Famiglia inafferrabile
1.2. La Famiglia come "Oggetto esistente nel Reale"
1.3. La Famiglia come "Oggetto non esistente nel Reale"
1.4. La Famiglia come Ikona
2.  Scene di pluralizzazione: figure e sentimenti
2.1. Intersecazioni e snodi
2.2. I figli formano delle famiglie
2.3. Vicissitudini di coppia e forme di famiglia

Cap. 5

Dalla frattura del patto coniugale alla pluralità dei percorsi familiari 
(V. Cigoli, G. Tamanza)

1. Premessa
2. Le forme della pattuizione coniugale e del suo scioglimento
3. Tra giuridificazione e de-giuridificazione: 
    pluralizzazione dei percorsi di separazione
3.1. La "via giudiziale" alla separazione
3.2. La valutazione del processo di Mediazione Familiare
4. La riorganizzazione delle relazioni familiari dopo 
   la separazione: pluralità di percorsi e di esiti
5. Conclusioni

Cap. 6

Media e pluralità familiare. Il contributo della comunicazione televisiva alla rappresentazione sociale della pluralità familiare 
(F. Casetti e M. Fanchi)

1. Il consumo familiare della televisione: 
    uno scenario rinnovato
1.1. Scenari mediali
1.2. L’essenziale domesticità del consumo televisivo
1.3. La famiglia di fronte allo schermo
1.4. Il governo familiare della televisione
1.5. Famiglia e televisione un canale attivo
2. La famiglia messa in scena
2.1. La famiglia televisiva: linee di tendenza
2.2. Raccontare la famiglia
2.3. Si parla di famiglia
2.4. La famiglia "in gioco"
2.5. Spaccati di famiglia
3.  La famiglia davanti alla televisione
3.1. La famiglia e modelli televisivi di famiglia
3.2. Bisogno di famiglia!
4. Rappresentazioni televisive, famiglie e pluralizzazione dei modelli familiari
4.1. Televisione e pluralizzazione dei modelli di famiglia: un rapporto fortuito
4.2. Chi investe e chi disinveste

Cap. 7

Matrimonio e famiglia nelle religioni ebraica, 
cattolica e musulmana 
(S. Ferrari)

1. Premessa
    Parte prima. I percorsi e i modelli
2. Il matrimonio canonico
3. Il matrimonio civile
4. Il matrimonio musulmano
5. Il matrimonio ebraico
    Parte II: I problemi
6. Premessa
7. I punti di attrito
8. Le soluzioni possibili

Cap. 8

Welfare e pluralizzazione delle forme di convivenza: promozione o smantellamento della famiglia coniugale? 
(C. Collicelli e F. Salvatori)

1. Politiche sociali e iniquità familiare
2. Welfare e "famiglie di fatto"
3. Europa e ruolo solidaristico delle convivenze
4. Le distinzioni esplicite ed implicite nelle politiche 
    nazionali italiane
5. Le proposte di legge allo studio
6. Lo sviluppo delle disposizioni regionali
7. Le politiche a livello locale
8. Per concludere: soggettualità familiare 
    e differenziazione dei livelli di tutela

Cap. 9

I diritti delle famiglie e le famiglie del diritto 
(R. Prandini)

1. Il problema: i nuovi e complessi intrecci tra famiglia,
    società e diritto
1.1. Introduzione: l’impostazione del problema 
     e la struttura del contributo
1.2. Elementi per una sociologia di una relazione complessa
1.3. Le convivenze senza matrimonio nel mondo premoderno,
       moderno e dopo-moderno
2. La regolazione giuridica dei conviventi more uxorio 
    in Italia: il difficile equilibrio tra rispetto della libertà 
    e ricerca di responsabilità
2.1. Cos’è una convivenza more uxorio per l’ordinamento
       giuridico italiano
2.2. tutela della "famiglia di fatto" o tutela dei diritti inviolabili
      del convivente more uxorio?
2.3. Esame della giurisprudenza italiana rilevante
2.4. Come disciplinare le convivenze more uxorio nel rispetto 
       dei principi di libertà e responsabilità: 
      sei possibili modelli di regolazione giuridica
3. L’epoca dei Quid pro quod: la disciplina confusiva 
    delle unioni omosessuali e di quelle eterosessuali
3.1. Il sentiero aperto dalle legislazioni nord europee 
      all’inizio degli anni Novanta: la registrazione delle unioni omosessuali
3.2. Cuc, Cus, Cucs, Pic e Pacs: verso un modello
       repubblicano di Pa(cs)x francese?
3.3. Un diritto senza giustizia: il caso belga
3.4. La scelta dei paesi Bassi: l’equiparazione al matrimonio 
      e la pluralizzazione degli schemi giuridici
3.5. I disegni di legge depositati nel Parlamento Italiano: 
      dieci proposte per cinque modelli (più uno)
3.6 La nuova semantica dopo-moderna della "famiglia" 
      in "emergenza": verso l’utilizzo a scopi funzionali 
      delle relazioni sociali
4. Le poste in gioco: distinguere/discriminare,
    desimbolizzare/resimbolizzare
4.1. Simbologie della perfezione
4.2. Distinguere tra ciò che è famiglia e ciò che non lo è …
4.3. … senza discriminare, senza sorvegliare e senza punire

Conclusioni

Famiglia, famiglie: coniugare identità e pluralità 
(P. Donati)

1. Il pluralismo familiare va qualificato
2. l problema di definire la famiglia: fatti e norme
3. I diritti della famiglia e delle altre forme di vita quotidiana:
    occorre una nuova cultura relazionale per coniugare 
    identità e pluralità delle famiglie
4. Considerazioni finali: linee orientative per l’azione legislativa e le riforme sociali

Appendice

Allegato statistico a cura del Centro Documentazione del Cisf

    
   


Cisf - Codice fisc/P. Iva 05023630964
Modificato mercoledì 24 novembre 2010
Sito gestito dalla Società Apostolato San Paolo
©
S.A.S.P. S.r.l., Via A. Severo 56 - Rome - Italy
Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 02296520048
Capitale sociale € 1.523.023,00 i.v.

back to top

 


   

Modalità d'utilizzo


   

   

   

Il Centro Documentazione del CISF è dotato di oltre 6.000 volumi, più di 100 testate di riviste specializzate, suddivise cinque aree d'interesse:
pastorale familiare
formazione e 
   dinamica
   della coppia
età evolutiva
problematiche
   collegate alla 3a età
bioetica

 


aggiornamento per chi è interessato a conoscere quanto di rilevante viene pubblicato sulla famiglia